Luca Bidogia

Luca BidogiaSono e faccio lo psicologo e lo psicoterapeuta.

Mi interesso di percorsi risolutivi e non di diagnosi (inspiegabilmente trovo le persone più interessanti dell’elenco diagnostico delle patologie mentali).

Aiuto i miei clienti a trovare risorse interne e strategie per affrontare quei momenti in cui non riescono a farlo da sole. Assieme, spesso, risolviamo aggrovigliati intrecci di storie, emozioni e aspettative. Io lo faccio con passione, rispetto e preparazione.

Questo è solo un sito, il mio lavoro è quello assieme alle persone e la vita è quella là fuori.

Lo Studio

Sono psicologo e psicoterapeuta. Nel mio Studio, svolgo principalmente il ruolo “clinico” della professione, con particolare attenzione e cura alla libertà d’essere dei miei clienti, alla loro privacy e alla creativa casualità di quel complesso intreccio chiamato semplicemente “vita”.

In più, il ruolo di uno psicologo-psicoterapeuta di orientamento interazionista, mi permette d’avere solide basi e strumenti efficienti in altri campi come le organizzazioni, la gestione di progetti sociali e culturali, e competenze specifiche di coaching e counselling.

Fare lo Psicologo a San Donà di Piave, cittadina del Veneto Orientale non è come fare lo Psicologo a Treviso, Padova o Milano. Più precisamente, la scelta è stata di fare lo Psicologo a Noventa di Piave, più vicini coi piedi ad una certa quotidianità, più lontani con i volti dalla grande città. Questo aiuta sia chi arriva, sia chi ci lavora.

Curriculum Vitae breve

  • Psicologo, Ipnoterapeuta e Psicoterapeuta iscritto all’Ordine degli Psicologi del Veneto n° 5367
  • Socio Società Italiana Ipnosi (SII)
  • Consulente per top manager e professionisti nell’ambito della comunicazione e della gestione dei processi relazionali dal 2005
  • Consulente aziendale (Lean Thinking, HR e Organizzazione) per KMSenpai srl
  • Consulente per sportivi e atleti (rugby, ciclismo, calcio, nuoto, arbitraggio…)
  • Ex Responsabile Socio Sanitario Residenza per Anziani Monumento ai Caduti di San Donà di Piave (fino a febb 2011), prima Psicologo e ResponsabileNucleo Alzheimer e Demenze.
  • Presidente Aitema (promozione prassi d’interazione)
  • Consulente presso organizzazioni scolastiche ed educative dal 2005
  • Ex Responsabile e Consulente “Progetto Sostegno alla Genitorialità”: collaborazione con ULSS 10 Veneto Orientale (fino sett 2012)
  • Ha collaborato con i Consultori Familiari di San Donà di Piave, Portogruaro, Jesolo e Caorle (Ulss 10) in progetti riguardanti: educazione sessuale e affettiva; Consultorio Giovani; genitorialità e coppia.
  • Ex Consulente Analisi Processi Socio Sanitari per una software house.
  • Responsabile Progetto “Promozione della Salute Sociale nella Provincia di Padova”: collaborazione con Dipartimento di Psicologia Applicata dell’Università di Padova (fino ott 2011).
  • Ex Direttore Culturale di Fabula – costruendo realtà, il Festival delle Forme della Comunicazione.

Psicologo

“Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’individuo, del gruppo e della comunità.
In ogni ambito professionale opera per migliorare la capacità delle persone di comprendere se stessi e gli altri e di comportarsi in maniera consapevole, congrua ed efficace.” (art. 3 Codice Deontologico degli Psicologi Italiani)

Psicoterapeuta

È uno psicologo (o un medico) che abbia frequentato un corso di specializzazione di almeno quattro anni in una Scuola di Psicoterapia riconosciuta dallo Stato, dove ha approfondito, sperimentato e fatto proprie teorie e tecniche psicologiche di un particolare modello di riferimento.

Psicologia, teatro e università

Si mantiene gli studi lavorando come teatrante e collaborando con artisti e compagnie locali di teatro di strada, performance e commedia dell’arte.

Dal teatro a Goffman il passo è breve, così come all’epistemologia costruttivista che gli permette anche un ruolo di studioso di filosofia e logica da giocarsi al bar con gli amici. Conosce durante gli ultimi anni universitari professori che piano piano lo “illuminano” come Maria Armezzani, Gianvittorio Pisapia, Adriano Zamperini, Gian Piero Turchi e, soprattutto, Alessandro Salvini.

Laureato in Psicologia all’Università di Padova, con una tesi sullo Psicodramma Classico Moreniano e il contesto specifico del gruppo, trova la possibilità di applicare la passione teatrale e quella per la psicologia conducendo numerosi laboratori e corsi per aziende (collaborando per consulenti più esperti), per studenti (dalle elementari alle superiori) e in ambito psicosociale (il cortometraggio girato durante il tirocinio al Gris di Mogliano partecipa al V convegno di Disabilità dell’Università di Padova).

Specializzazioni

Finito l’anno di tirocinio, frequenta i 4 anni di Scuola di Specializzazione Interattivo-Cognitiva diretta da Alessandro Salvini, che guida il timone verso le rotte dell’interazionismo. A distanza di anni dalla specializzazione, viene a volte chiamato a tenere lezioni per i corsi o i master della stessa scuola.
Durante la Specializzazione si aprono, come spesso capita, più mondi:

  • olistico legato a corporeità e meditazione;
  • narrativistico;
  • dialogico;
  • strategico.

La scoperta di Watzlawick e della Scuola di Palo Alto è fondamentale. Iniziano anni di ricerca di sofisticazione di tecniche e linguaggio, durante i quali la frequenza dei corsi di Giorgio Nardone si alterna alla semiotica e alla cibernetica.

L’approccio interazionista è la lente attraverso cui percepire analoghi processi in contesti differenti, ed ecco che le tecniche suggestive della strategica vengono usate per relazionarsi con le persone con demenza di Alzheimer la mattina e per formare una efficace squadra vendite in azienda al pomeriggio.

Per approfondire, migliorare ed esercitarsi nella pratica dell’ipnosi completa il Master in Ipnosi e Terapia Ericksoniana. E’ un percorso di più di un anno a Roma presso la Società Italiana di Milton Erickson diretta dal prof. Camillo Loriedo. L’ipnosi ericksoniana permette di fondere teatralità, profondità, emozioni e uso sapiente delle parole assieme al rispetto e al potenziamento delle risorse della persona.
Ogni anno è relatore a vari convegni internazionali di ipnosi.

Contesti diversi

Il teatro c’è sempre. Dopo aver partecipato a numerosi festival, assieme ad altri coraggiosi, organizza Fabula. In un parco di una splendida villa veneta richiama bambini, genitori e insegnanti a confrontarsi con il potere generativo della comunicazione.

In azienda la creatività e il problem solving spesso trovano nomi come Edward de Bono e Lean Thinking. La collaborazione con ingegneri ed esperti di tali settori, si intensifica sempre più fino a diventare costante e generare squadre che si occupano di riorganizzazione aziendale in tutto il territorio del Nord Est. È un contesto in cui il lavoro interazionista centrato su ruoli, cultura e identità misurate in azioni specifiche offre frutti e spunti continui dal marketing alle risorse umane.

L’approccio strategico e il lavoro su se stessi e su i propri obiettivi viene apprezzato da alcuni sportivi della zona, e grazie anche a loro, riesce ad approfondirne metodi ed efficacia.

TV: per qualche motivo ancora sconosciuto, viene chiamato più volte in trasmissioni di televisioni locali, poi anche al TG1 e in altre trasmissioni di RAI 1. Tutto ciò è in primis divertente (se l’argomento lo permette) e talvolta utile a lanciare qualche messaggio, ma, almeno finora, la TV non ha migliorato le sue abilità terapeutiche.